Università Cattolica del Sacro Cuore

Letteratura & Letterature

Documento senza titolo

Letteratura & Teatro 2017

Letteratura & Letterature XII

dal 26 ottobre al 14 dicembre 2017
ore 17.00-18.30 - Aula Magna Tovini - Via Trieste, 17 - Brescia

La locandina
(pdf)

26 ottobre 2017
MARIA PIA PATTONI
Legge: Monica Ceccardi
Euripide. Ifigenia in Aulide

2 novembre 2017
GLORIA COLOMBO
Legge: Monica Ceccardi
Friedrich Schiller. Intrigo e amore

9 novembre 2017
PAOLA PONTI
Legge: Fausto Cabra
Carlo Collodi. Pinocchio

16 novembre 2017
MARIA TERESA GIRARDI
Legge: Sergio Mascherpa
Giovanni Verga. I Malavoglia

23 novembre 2017
DAVIDE VAGO
Legge: Antonio Palazzo
Victor Hugo. I miserabili

30 novembre 2017
LUCA MICHELETTI
Henrik Ibsen. Peer Gynt

7 dicembre 2017
FRANCO LONATI
Legge: Antonio Palazzo
William Shakespeare. Giulio Cesare

14 dicembre 2017
ADRIANO DELL’ASTA
Legge: Antonio Palazzo
Fëdor Dostoevskij. Delitto e castigo

Coordinamento scientifico: Lucia Mor

 


«La letteratura nazionale oggi non ha più un gran senso; - afferma J. Wolfgang Goethe nel 1827 - è venuto il tempo della letteratura universale».
Letta nel suo contesto storico questa affermazione è controcorrente perché in quegli stessi anni, in una Germania politicamente frantumata, proprio nel patrimonio letterario in lingua tedesca veniva fondata la giustificazione profonda di una agognata unità nazionale. Opponendo Weltliteratur a Nationalliteratur, Goethe conia invece un termine proiettato in avanti, che avrà molta fortuna anche nelle altre lingue e che, contrariamente a quanto possa sembrare, contiene un forte principio unificante.
Considerare la Letteratura come un insieme di Letterature, non significa togliere valore alle singole tradizioni culturali, bensì riconoscere che anche l'arte della parola ha valore universale, come le arti che si esprimono con linguaggi comprensibili a prescindere dall'appartenenza linguistica. La letteratura, scrive Goethe, è un «bene comune dell'umanità» e «appartiene all'umanità intera» perché nella grandissima varietà delle sue forme si coglie «l'universalmente umano, presente e diffuso su tutta la terra». Alla Weltliteratur verranno dedicati gli incontri organizzati sotto il nome di Letteratura & Letterature. Protagonista assoluta sarà l'arte della parola nelle sue molteplici variazioni, considerate da angolature di volta in volta diverse, ma con una apertura costante alla scena internazionale.


Coordinamento scientifico: prof. Lucia Mor
Email: letteraturaeletterature@unicatt.it


Letteratura & Teatro 2016

Letteratura & Letterature XI

dal 20 ottobre al 1 dicembre 2016
ore 17.00-18.30 - Aula Magna Tovini - Via Trieste, 17 - Brescia

La locandina
(pdf)

Giovedì 20 ottobre
MARIA PIA PATTONI
Legge: Fausto Ghirardini
Odissea di Omero

Venerdì 28 ottobre (Sala Polifunzionale)
FRANCO LONATI
Legge: Fausto Ghirardini
Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway

Giovedì 3 novembre
DAVIDE VAGO
Legge: Sergio Mascherpa
Le relazioni pericolose di Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos

Giovedì 10 novembre
LUCILLA GIAGNONI
Furiosa Mente. Manuale del guerriero da Omero a Star Wars

Giovedì 17 novembre
DAVIDE SAVIO
Legge: Fausto Ghirardini
Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello

Giovedì 24 novembre
GUIDO MILANESE
Legge: Monica Ceccardi
Medea di Euripide e Seneca

Giovedì 1 dicembre
FRANCESCO ROGNONI
Legge: Antonio Palazzo
Qualcuno volò sul nido del cuculo di Ken Kesey

Coordinamento scientifico: Lucia Mor

Dicono di noi

 


10 anni di Lettratura & Letterature

Ricordando i 40 anni del CTB

dal 21 ottobre al 17 dicembre 2015
ore 17.00-18.30 - Sala Polifunzionale - Via Trieste, 17 - Brescia

La locandina
(pdf)

Mercoledì 21 ottobre
10 anni di Letteratura & Letterature
Ricordando i 40 anni del CTB

Giovedì 29 ottobre
Cesare Lievi, Regista e drammaturgo
Torquato Tasso di Johann W. Goethe

Giovedì 5 novembre
Guido Milanese, Docente di Letteratura latina
Università Cattolica del Sacro Cuore
Edipo di Lucio Anneo Seneca

Giovedì 12 novembre
Franco Lonati, Docente di Letteratura inglese
Università Cattolica del Sacro Cuore
Ricorda con Rabbia di John Osborne

Giovedì 19 novembre
Marisa Verna, Docente di Letteratura francese
Università Cattolica del Sacro Cuore
Berenice di Jean Racine

Giovedì 26 novembre
Ermanno Paccagnini, Docente di Letteratura italiana
Università Cattolica del Sacro Cuore
La colonna infame di Alessandro Manzoni

Giovedì 3 dicembre
Adriano Dell’Asta, Docente di Letteratura russa
Università Cattolica del Sacro Cuore
Ballo in maschera di Mikhail Lermontov

Giovedì 10 dicembre
Francesca Crippa, Docente di Letteratura spagnola
Università Cattolica del Sacro Cuore
La casa di Bernarda Alba di Federico Garcia Lorca

Giovedì 17 dicembre
Maria Teresa Girardi, Docente di Letteratura italiana
Università Cattolica del Sacro Cuore
Enrico IV di Luigi Pirandello

Direzione scientifica: Lucia Mor.

 


TEATRO 2014

dal 23 ottobre al 11 dicembre 2014
La locandina
(pdf)

Giovedì 23 ottobre
Paolo Bolpagni
Natura, solitudine, Wanderung: Caspar David Friedrich e la poesia romantica tedesca

Giovedì 30 ottobre
Francesco Rognoni
Shelley, Leonardo e Guido Reni. Falsi rinascimentali e verità romantica

Giovedì 6 novembre
Lucia Mor
Goethe, Faust e Delacroix. “Neri infernali e bianchi radiosi”

Giovedì 13 novembre
Giuseppe Bernardelli
Charles Baudelaire e la pittura

Giovedì 20 novembre
Francesco Rognoni
Robert Browning. Le vite de’ più eccellenti Andrea del Sarto e Filippo Lippi

Giovedì 27 novembre
Marisa Verna
Colore e parola. I simbolisti francesi verso l’Harmonia Mundi

Giovedì 4 dicembre
Paola Spinozzi
The Yellow Book. Letteratura e arti grafiche nella più bella rivista inglese fin de siècle

Giovedì 11 dicembre
Davide Vago
Allusioni e illusioni pittoriche nella Recherche di Marcel Proust

Coordinamento scientifico: Lucia Mor e Francesco Rognoni.

 


TEATRO 2013

dal 31 ottobre al 12 dicembre 2013
La brochure con il Programma (pdf 661 kb)
La locandina
(pdf 611 kb)

Puntuale ritorna ogni giovedì, a partire dall'ultima settimana di ottobre fino a metà dicembre, l'ormai tradizionale appuntamento nato otto anni fa dalla collaborazione fra la Facoltà di Scienze linguistiche e Letterature straniere dell'Università Cattolica e il Centro Teatrale Bresciano.

Anche quest'anno, nell'Aula Magna Tovini, attori e studiosi accompagneranno il pubblico alla scoperta delle opere di sette autori che andranno in scena nella Stagione di Prosa 2013/2014.

Al centro degli incontri ci saranno non solo nomi celebri e spesso presenti sulle scene italiane come quelli di Molière, Heinrich von Kleist, Eugène Jonesco e Arthur Miller, pietre miliari del teatro francese, tedesco e americano, ma anche un autore poco coltivato nel nostro paese e tuttavia fondamentale per la storia del teatro russo dell'Ottocento, Aleksandr Ostrovskij, e l'approfondimento di una drammaturgia inedita, Ecce Homo di Lucilla Giagnoni. Inattesa in un contesto teatrale, ma proprio per questo di notevole interesse per capirne il legame con la scena, sarà la presenza del grande Franz Kafka.

Dicono di noi

 


TEATRO 2012

dal 25 ottobre al 13 dicembre 2012
La brochure con il Programma (pdf 791 kb)

Puntuale ritorna ogni giovedì, a partire dall'ultima settimana di ottobre fino a metà dicembre, l'ormai tradizionale appuntamento nato sette anni fa dalla collaborazione fra la Facoltà di Scienze linguistiche e Letterature straniere dell'Università Cattolica e il Centro Teatrale Bresciano.

Anche quest'anno, nell'Aula Magna Tovini, attori e studiosi accompagneranno il pubblico alla scoperta delle opere di otto autori che andranno in scena nella Stagione di Prosa 2012/2013.

Al centro degli incontri ci saranno non solo drammaturghi del panorama internazionale come Eschilo, Heinrich von Kleist, Oscar Wilde, Thomas Bernhard, Tennesse Williams e il giovane autore argentino Rafael Spregelburd, ma anche un poeta molto amato, Jacques Prévert, e un grande narratore, Fëdor Dostoevskij.

Il teatro diviene luogo di incontro di generi letterari diversi, nei quali l'arte della parola intreccia, nel tempo e nello spazio, le varianti di ciò che Goethe chiamava «l'universalmente umano».

Il video di presentazione del ciclo di incontri

Dicono di noi


TEATRO 2011

dal 27 ottobre al 15 dicembre 2011
La brochure con il Programma (pdf 461 kb)

Per il sesto anno consecutivo si riconferma la felice collaborazione fra la Facoltà di Scienze linguistiche e Letterature straniere dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e il Centro Teatrale Bresciano.

Dal 27 ottobre al 15 dicembre 2011, ogni giovedì dalle 17.00 alle 18.30 nell'Aula Magna Tovini dell'Università Cattolica di Brescia, si svolgeranno le consuete conversazioni a due voci dedicate a opere che nella Stagione di Prosa 2011-2012 andranno in scena sui palcoscenici non solo dei teatri Sociale e Santa Chiara, ma anche del Teatro Grande di Brescia.

In otto incontri aperti a tutti, sia ai frequentatori del teatro sia ad appassionati lettori, esperti studiosi e attori rileggeranno, commenteranno e reciteranno testi di Sofocle, Harwood, Beckett, Schiller, Brecht, Goldoni, Hofmannsthal e Balzac.

Il video di presentazione del ciclo di incontri

Dicono di noi


TEATRO 2010

dal 28 ottobre al 16 dicembre 2010
La brochure con il Programma (pdf 583 kb)

Per il quinto anno consecutivo si riconferma la felice collaborazione fra la Facoltà di Scienze linguistiche e Letterature straniere dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e il Centro Teatrale Bresciano.
Dal 28 ottobre al 16 dicembre 2010, ogni giovedì dalle 17.00 alle 18.30 nell’Aula Magna Tovini dell’Università Cattolica di Brescia, si svolgeranno le consuete conversazioni a due voci dedicate a opere che nella Stagione di Prosa 2010-2011 andranno in scena sui palcoscenici dei teatri Sociale e Santa Chiara di Brescia.
In otto incontri aperti a tutti, sia ai frequentatori del teatro sia ad appassionati lettori, esperti studiosi e attori rileggeranno, commenteranno e reciteranno testi di Goldoni, Shakespeare, Trakl, Kushner, Sofocle, Beckett, Amado e Molière.

Il video di presentazione


Dicono di noi


TEATRO 2009

dal 29 ottobre al 17 dicembre 2009
La brochure (pdf 251 kb)

Anche quest’anno si riconferma la felice collaborazione fra le voci esperte di studiosi e quelle degli attori del CTB, per una nuova rassegna di conversazioni letterarie al centro delle quali saranno alcune delle opere che nella Stagione di Prosa 2009/2010 andranno in scena sui palcoscenici dei teatri Sociale e S. Chiara di Brescia.
Testi di H. Pinter, F. Dürrenmatt, F. Dostoevskij, A. Cechov, W. Shakespeare, Molière, cui si aggiunge la messa in scena di Cesare Lievi dell’Ifigenia di J. W. Goethe - che richiama grandi autori della classicità da Euripide a Lucrezio - saranno riletti, commentati e recitati in otto incontri aperti a tutti, sia ai frequentatori del teatro, sia ad appassionati lettori.


Dicono di noi


TEATRO

dal 30 ottobre 2008 al 18 dicembre 2008
La brochure (pdf 384 kb)

Dopo due cicli di incontri dedicati alla poesia (Poeti d'Europa e Poesia della città) quest'anno l'attenzione rivolta alla scena letteraria internazionale dalla Facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia si avvicina al Teatro, in particolare agli spettacoli che nel corso della stagione di prosa 2008/2009 si susseguiranno sul palcoscenico del Teatro Sociale. Il nuovo programma del Centro Teatrale Bresciano propone infatti diverse opere di autori internazionali, drammi celebri, ma anche interessanti adattamenti teatrali di testi narrativi e poetici. Shakespeare, Melville, Schnitzler, Conrad, Cervantes, Goldoni e, in ideale collegamento con la stagione di prosa dello scorso anno, Jonesco saranno al centro di otto conversazioni aperte a tutti, ma soprattutto al pubblico che frequenta il teatro. Le voci esperte di studiosi, accompagnate da quelle degli attori del CTB che leggeranno alcuni passi dalle opere commentate, offriranno approfondimenti e chiavi di lettura sia per riscoprire testi classici della letteratura, non solo europea, sia per poter meglio comprendere e apprezzare gli spettacoli in scena a Brescia.


Dicono di noi


POESIA DELLA CITTA'

dal 25 ottobre 2007 al 13 dicembre 2007
La brochure (pdf 212 kb)

Lo spazio urbano è fin dall'antichità un oggetto con il quale la letteratura si è ripetutamente confrontata, a volte affascinata dalla ricerca di un luogo ideale di convivenza, a volte inquietata dalle molte ombre presenti nella dimensione metropolitana reale. Non sapersi orientare in una città non significa molto. Ci vuole invece una certa pratica per smarrirsi in essa come ci si smarrisce in una foresta, scriveva all'inizio del XX secolo un famoso critico letterario tedesco. Smarrirsi in una città vuol dire imparare a vedere quello che l'abitudine non consente di vedere, cogliere ciò che non è scontato addentrandosi con maggiore consapevolezza nella enigmatica complessità di una realtà dinamica e multiforme, inesauribile fucina di stimoli, ma anche luogo di solitudine e di isolamento, di alienazione e di infelicità. La poesia di grandi autori della letteratura mondiale consentirà di trasformarsi in moderni flâneur per osservare da prospettive inconsuete ed illuminanti alcune metropoli che hanno segnato la storia del passato e del presente.


POETI D'EUROPA

dal 19 ottobre 2006 al 30 novembre 2006
La brochure (pdf 228 kb)

Ad un giovane poeta che gli chiedeva di giudicare i suoi versi, forse alla ricerca di un consenso autorevole, Rainer Maria Rilke risponde con un rimprovero. La ragione della scrittura, afferma Rilke, non va cercata nel giudizio degli altri: «C'è una sola via. Penetrate in voi stesso. Ricercate la ragione che vi chiama a scrivere; esaminate s'essa estenda le sue radici nel più profondo luogo del vostro cuore, confessatevi se sareste costretto a morire, quando vi si negasse di scrivere». Rilke rivolge anche un secondo importante pensiero all'aspirante poeta: «Se la vostra vita quotidiana vi sembra povera, non l'accusate; accusate voi stesso, che non siete assai poeta da evocarne la ricchezza; ché per un creatore non esiste povertà né luoghi poveri o indifferenti». La scrittura lirica come necessità esistenziale e come evocazione della ricchezza splendida e tragica della vita accomuna i sei poeti protagonisti di questo ciclo di incontri. La parola poetica in sei lingue diverse, ma riproposta anche in traduzione italiana, non sarà dunque asettico oggetto di studio, ma verrà ricollocata nel suo contesto autentico, la vita, dimensione dalla quale essa proviene e alla quale, nell'atto della lettura, ritorna.

Dicono di noi